Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

domenica 25 novembre 2007

Raduno interregionale a San Donato Milanese

Dopo il raduno interregionale di Celle Ligure per gli ostacoli, al quale ha partecipato Fabiana Deligios sotto la guida di Beppe Mannella e Fabrizio Mori, ieri e questa mattina, sono stati convocati a San Donato Milanese, Fabiana Deligios per il salto in alto (prof. Corradi), Marco Brunori per il salto con l'asta (prof. Pilori) e Chiara Sammaritani per la velocità (prof. Antonino La Guardia) accompagnati da Natasha Pellissier.
Per il salto in alto:
esercizi test, esercizi per il riscaldamento mirati per l'articolazione tibio-tarsica, andature specifiche per il salto in alto da utilizzare su una circonferenza o sulla linea di rincorsa, lavoro tecnico sulla rincorsa, esercizi per lo stacco non convenzionali. Discussione tra tecnici.
Per il salto con l'asta:
esercitazioni tecniche nella preparazione invernale, test da campo, discussione tra tecnici sulle scuole francese e russa.
esercitazioni tecniche per la soluzione di problemi individuali, esercitazioni di preparazione fisica e discussione finale.
Molto soddisfatti atleti e tecnico.

Stella di Bronzo all'Atletica Sandro Calvesi

Sabato 24, a Gressan, ha avuto luogo la Giornata Olimpica del Coni. Sono state premiate per la nostra società, Charlotte Bonin, bellissima con il tailleur delle Fiamme Azzurre, finalista agli Italiani 2007 nei 5000 metri e Fabiana Deligios per il grande salto di qualità fatto con la partecipazione agli Italiani indoor di Genova per gli ostacoli e agli Italiani outdoor per il salto in alto.
Io sono stata premiata come dirigente, e tutti i masters che hanno partecipato ai mondiali di Riccione hanno avuto il diploma della Fidal regionale.
Grande emozione infine per avere ricevuto la stella al merito di bronzo del Coni nazionale per la società. 40 anni di attività ininterrotta non sono pochi e gli atleti tesserati nella stagione 2007 hanno superato i 400, di cui un numero davvero esiguo non ha gareggiato. Il mio impegno sarà quello di fare sempre di più e sempre meglio, cosa possibile, grazie agli aiuti tecnici e di segreteria che sono aumentati e cresceranno nel tempo. GRAZIE A TUTTI!!!

Marche des Amis

Camminata organizzata dalla società Pont Saint Martin di Erminio Nicco, per ricordare Martine Chuc, alla Grande Place di Pollein. Alle nove e mezza di questa mattina un bel gruppo di amici si è ritrovato, non tutti per correre, tanti per camminare, ma comunque tutti per pensare a lei. Premiazioni e la Santa Messa celebrata da Don Luigino Ottobon per concludere degnamente la mattinata. Chi lo desiderava, poteva aggregarsi alla società di Erminio e Rina per un pranzo nel ristorante vicino. Una settantina di atleti di tutte le età sono stati festeggiati dal club per i risultati della stagione 2007.

Cross della volpe

Bravissimo Mauro Vierin nel prestigioso cross di Volpiano, per lui il terzo posto di categoria in 20'31". Anche il nostro martellista Fabrizio Lingua si è cimentato nel cross giungendo 38esimo col tempo di 35'14".

giovedì 22 novembre 2007

Nuove procedure di riaffiliazione e tesseramento on line 2008

Credo che il 2008 brillerà per il numero di società riaffiliate, in negativo.
Ho visto disperati presidenti di società dire "basta chiudo tutto!" Abituati al cartaceo e distanti mille miglia da tutto quello che esiste di tecnologico. Non c'è apparentemente niente di facile nella procedura da seguire per i tesseramenti e lo smarrimento per i "vecchi" è totale.
Per me non è un problema, anche se vecchia, sono abituata ad adattamenti radicali. Mi sono laureata dopo i 50 e riiniziare a studiare, a fare esami e a sostenere interrogazioni per arrivare alla discussione della tesi non è stato facile, ma le scommesse si devono portare fino in fondo e bisogna cercare di vincerle.
L'anno passato "smanettando" ho imparato ad usare il computer, ho il mio blog, utilizzo le e-mail e navigo.
Adesso è arrivato il momento di imparare a tesserare on line e di imparare a utilizzare il programma per il trattamento delle fotografie.
Un momento, ci ho ripensato, la segretaria mi ha detto che ogni tesseramento equivale a 15-20 minuti, ho 400 atleti, ma chi me lo fa fare di sprecare tutto sto' tempo della mia breve vita?

lunedì 19 novembre 2007

Un Natale triste senza Umberto Parini

Umberto Parini, il nostro amico più caro ci ha lasciati. Giusto un anno fa aveva iniziato la sua lotta contro una brutta bestia, un tumore al pancreas. Operato d'urgenza, dopo pochissimo, era comunque al suo posto di lavoro. Primario di chirurgia, ha passato la sua esistenza a salvare la vita ai pazienti, ancora un mese fà operava per dieci ore consecutive, sfidando qualunque razionale prospettiva. Di miracoli lui ne faceva di continuo sui pazienti, non gli è riuscito solo quello che noi abbiamo sperato fino all'ultimo che avvenisse.
E' stato un uomo molto fortunato e lo sapeva, una famiglia bellissima, tre figli con le carte in regola e una moglie che tutti i mariti vorrebbero avere, brava, bella, intelligente, devota, cuoca da cinque stelle, modesta, disponibile con tutti e sempre all'altezza della situazione.
Paola non l'ha lasciato solo un istante, rincuorata dai figli e dalla fede cristiana fortissima.
"Copain", così si chiamavano lui e Eddy, non ne esisteva un altro, copain erano solo loro due.
Compagni di scuola, hanno condiviso gioie e dolori della loro vita. Io sono arrivata ad Aosta come straniera per tutti, per Paola e Umberto no. Ci siamo sposati a 20 giorni di distanza e siamo andati ad abitare nella loro casa debitamente divisa. In due anni due figli ciascuno, ci hanno costretto a cercare casa altrove, non ci stavamo più e sarebbe arrivato anche il terzo neonato per tutti e due. Battesimi, comunioni, cresime, compleanni, successi, delusioni, amici traditori, non è successo niente in positivo, o negativo che fosse, senza che gli uni non sapessero degli altri. Un legame fortissimo, nel tempo sempre più solido. Paola e Umberto con noi alla vigilia di natale, Paola e Umberto con noi a capodanno, sempre, per 39 anni. Il 2007 non sarà così, noi saremo ancora una volta vicini a Paola, Umberto non ci sarà più fisicamente, ma sarà sempre con noi e gli vorremo un bene, se possibile, ancora più grande.

sabato 17 novembre 2007

Argento per Samia alla Apple Run

Sabato 17 Novembre Samia Soltane ricorda l'invito ufficiale ricevuto dall'organizzazione di Apple Run e dirotta all'ultimo momento rinunciando al cross della volpe di domenica 18.
Alle volte le scelte improvvise risultano indovinate.
Bellissima gara organizzata alla grande da Mauro Riba e sponsorizzata da Marco Isoardi della Honda. Un circuito di 3 Km, da ripetere tre volte, per un totale di 9 Km, studiato dal bravo responsabile tecnico Antonio Dotti (un nome, una garanzia..). Percorso pianeggiante, molto bello, in quel di Cavour, sito delizioso tra Pinerolo e Cuneo.
Pacco gara molto ricco con mele, salumi, acqua, marmellata, gadget dello sponsor.
Alle 16.30 la partenza, Samia, non avendo pannicolo adiposo in esubero, (beata lei!) soffre un pò il freddo, ma neanche quello riesce a fermare la sua bella corsa che la porta dritta al traguardo in seconda posizione assoluta e prima dei master.
Bravissima Samia, instancabile protagonista di tante gare.

mercoledì 14 novembre 2007

Stretching Postural

A Formia ho incontrato Brigitte Monassi, una splendida insegnante di Stretching Postural. Ero acciaccata dal viaggio e già da Aosta mi faceva compagnia la sciatica. Ho chiesto a Brigitte se potevo prendere parte alla sua lezione e, verificatane la possibilità, mi sono aggiunta al gruppo.
Un'ora intensa di lavoro sul corpo e sulla mente, davvero piacevole. Difficilmente mi capita di essere dall'altra parte, sono io di solito che insegno e devo dire che l'unico problema che ho avuto è stato quello di non aver più voglia di smettere. Mi sono sentita molto meglio dopo e mi è rimasta una voglia pazzesca di imparare tutto di questa ginnastica posturale. La credo utilissima anche applicata agli allenamenti degli sportivi e ne sono talmente convinta che ho invitato Brigitte a gareggiare per me anche senza preparazione specifica, ma con lo stretching postural, mi sento di aprire le scommesse, che i risultati arriveranno. Grazie Brigitte!

lunedì 12 novembre 2007

Podisti della Calvesi

22esima "Venice Marathon" 5292 classificati, tra di loro il nostro Stefano Casarotto per le prove generali in vista della maratona di NY, 857° in 3h22'19".
Ad Andomo Micca trail biellese di 21km, 900 m di dislivello al 90esimo posto Giovanni Pensiero 1h57'34", al 215esimo Marco Ceccarelli in 2h16'14".
A Busto Arsizio Monica Pirovano e Marco Ceccarelli hanno corso la maratonina in 1h57', date le loro origini questa gara non poteveno proprio mancarla.
Maratonina di Biella Marco Ceccarelli 102esimo in 1h42'58".
Maratona di New York, Eddy Berger felice del risultato ottenuto, stanco ma soddisfatto sotto le tre ore e quaranta al 6170° posto. Eddy consiglia a tutti i podisti di fare almeno una volta nella vita questa straordinaria esperienza definendola unica.
Monica Pirovano e Marco Ceccarelli finiscono la Maratona di New York in 4h e 17'.
Half Marathon di Trecate, percorso pianeggiante e 1500 partecipanti, temperatura bassa, 1h55' per Monica e Marco.
Il 7 Ottobre Maratonina di Mantova per Monica e Marco.
Il 21 Ottobre Maratonina di Amsterdam per Monica e Marco.

Giorgino ostacolista

La dinastia continua...
Passirano di Brescia (Franciacorta).
Vi presento mio nipote Giorgio, detto Giurgì perchè nonno Giorgio da lui è chiamato Giurgiù.
Tre anni abbondanti, non arriva ancora ai quattro, argento vivo addosso, non conosce il cammino, corre solamente.
Due splendidi occhi di fuoco, un sorriso accattivante e non lo si può perdere di vista mai, un vero fantastico terremoto.
Nonna Mariella ha sacrificato un pezzo del suo magnifico giardino per dare la possibilità ai nipoti di fare sport.
Naturalmente i primi attrezzi ad entrare sono stati gli ostacoli, a misura di Giurgì. Il tempo di sistemarli ed ecco il risultato, senso del ritmo, eleganza e spinta di seconda.
Non li aveva mai fatti, era questa la prima volta, poi mi si è scaricata la batteria e non ho potuto registrarne i miglioramenti.
Non conosce la paura, casca, si rialza e riparte, credo ci siano le premesse perchè il ceppo ostacoli "Calvesi-Ottoz" con l'aggiunta "Gnutti-Bossoni" non si perda nel nulla.
Speriamo che nonna Gabre oltre ad occuparsi delle sue pantere e dei suoi panteroni grigi, non perda questo talento.
Laurent ha cominciato a due anni proprio col nonno Sandro che seminava di cose il pavimento del soggiorno (cuscini e tutto quello che capitava) per vedere se spingeva di seconda gamba per superare gli ostacoli casuali.
Ognuno ha il suo progetto talento, questo è il nostro.