Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

lunedì 31 marzo 2008

Un saluto al prof. Alberto Madella

Il professor Alberto Mandella ha terminato la sua vita terrena. Di lui restano libri sulla Metodologia dell'insegnamento, sulla gestione delle risorse umane di organizzazioni di sport olimpici e il ricordo di tanti convegni. Era sociologo e tecnico di atletica leggera e nessuno sapeva più di lui circa il Management Sportivo, La Metodologia dell'insegnamento e gli Aspetti Psicologici e Sociali dello Sport Giovanile. Personalmente, ho cercato di ascoltare più che ho potuto le sue lezioni, ma avrei voluto ascoltarne molte altre.

1 commento :

Salvo Grenci ha detto...

Carissima Liana, non si ricorderà di me ma avevo fondato tanti anni fa il Centro Atletico Sandro Calvesi ad Agrigento per onorare la memoria di suo padre. Quell'associazione purtroppo non decollò per varie cause, non ultimo il mio lavoro di giornalista sin troppo impegnato. Voglio approfittare del suo simmpatico blog per unirmi al dolore di tutti noi sportivi e non per la scomparsa di un grande uomo come Alberto Madella. Fu, giovanissimo, il mio primo prof., nel lontano 1981: da allora smisi di fare l'atleta e iniziai la trafila dei corsi di tecnico (sino a quello di ALS, gli esami li feci con Eddy al cospetto del terribile prof. Ranzetti, Eddy smorzava la tensione con irresistibili storielle...), carriera che abbandonai ignominiosamente nel '95 per dedicarmi alla professione e alla ricerca. FAcile parlare bene di chi non c'è più, ma chi lo conosceva bene sa che Alberto era davvero un grande in tutte le cose che faceva: grande nella teoria dell'allenamento, grande nella ricerca, grande nei contatti umani. Non lo sentivo da anni, e mai avrei pensato che un uomo così se ne andasse in circostanze così terribilmente banali. Spero che non solo in Sicilia, ma a ben altri livelli, lo ricordino nel modo più adeguato. Grazie per l'ospitalità e buon lavoro.
Salvo Grenci - Agrigento