Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

lunedì 8 dicembre 2008

Bellissima "Festassa" Natale 2008





Il Belair di Gressan tutto per noi, 100 persone di tutte le categorie esclusi gli esordienti, che avranno la loro festa più avanti.
Staff tecnico al completo salvo qualcuno assente per vacanza all'estero o per turno lavorativo.
Presentati i nuovi iscritti, da Giacomo Macciò a Luca Magro, e qualche "straniero" che ci ha scelti per la prossima stagione.
Sapete che non dico di no, se ci vogliono vengono sempre accolti a braccia aperte.
Appuntamento davanti al Palaindoor per quelli poco pratici di Aosta e per tutti gli altri direttamente al Belair.
Non abbiamo lasciato spazio a nessun altro.
Marco Maffeis e Chiara Del Nero sono arrivati dalla Toscana, Umberto Benevenia e Gabre Gabric da Brescia, Paolo Averone e Michele Napolitano da Biella, i 5 Bellantoni dal Canavese così come Marco e Fabrizio Lingua, i 5 Spanò da Milano, Emanuele e Micaela da Alessandria e Luca ed Eli Ferrario da Busto Arsizio, Roberto Ziliani da Parma e Alessandro Cipriani da un matrimonio a Megeve.
Si sono subito fatti i gruppi dei cadetti, dei ragazzi, dei master e degli assoluti. Ancora una volta al centro dell'attenzione il mitico Marco Lingua, che tutti si chiedevano se fosse un cantante professionista anzichè un atleta di caratura mondiale.
Bellissimo l'abbraccio tra Paolo Averone e Eli Ferrario compagni di gara negli anni 60.
Straordinario il duetto canoro di Simonetta e Greta Spanò troppo bello per essere improvvisato. Altro abbinamento canoro di successo quello di Maria Barbalace e Marco Lingua. Anche Simone Vinci che festeggiava il compleanno con i fratelli El Basraoui ha allietato la compagnia con la sua voce.
Il caraoke permette di scoprire dei veri talenti. Come persona tra le più stonate al mondo, sono davvero affascinata da chi riesce a utilizzare la voce in maniera gradevole o riesce a suonare uno strumento musicale.
Devo dire che il pullmino non è male per stimolare al canto le mie "creature".
Le signore erano davvero belle, elegantissime e sexy e i signori abituati a vederle in tuta e scarpe da ginnastica strabuzzavano gli occhi davanti a tanta meraviglia.
Non si poteva fare a meno di notare Simone, Gabriele e Youssef in giacca e cravatta con un look studiato nei minimi particolari. Ma che belli sono i miei atleti, è?
Matteo, uno dei fisici più belli della Valle, Luca contattato dalle agenzie per servizi fotografici, dovrei in effetti nominarli tutti per non far torto a nessuno. Non so se come ogni mamma vede i figli suoi più belli del mondo, anch'io vedo i miei atleti come i più belli, ma penso di non sbagliare la nostra squadra è proprio la più bella, spaziale direi.
Un particolare grazie a Roberta Brunet che nonostante il momento non proprio sereno della sua vita, è venuta a festeggiare la società. Le auguriamo tutto il bene possibile.
Ho consegnato qualche riconoscimento ai miei tecnici e la targa del Coni a Matteo Bonetto che per motivi di studio non aveva potuto presenziare alla giornata Olimpica.
Emozione grande quando sono arrivate accerchiandomi, Samia, Ambra, Roberta e Paulina (Arianna, Catherine e Federica erano impegnate altrove) che mi hanno pubblicamente col microfono attestato il loro affetto consegnandomi un pacchetto, accompagnato da un biglietto meraviglioso. All'interno brillava un braccialetto che avevo più volte apprezzato in vetrina. Troppo! Troppo veramente. Grazie di cuore, credo che provare la sensazione di essere amati sia la cosa più bella e io ieri sera l'ho provata. Grazie ancora.
Mi è stato detto che nella "festassa" c'era qualcosa che non andava, mi sono preoccupata ne ho chiesto ragione e mi è stato risposto "Perchè solo una all'anno"?
Ho capito, faremo la "festassa di carnevale", la "festassa di primavera", la "festassa d'estate" e quella d'autunno.
Preparatevi, io ci sono.
Domani aggiungo le fotografie, oggi mi sono dedicata alle nonne e non mi è rimasto il tempo necessario.

Nessun commento :