Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

lunedì 27 aprile 2009

Moris, Bonetto, Cristiani, Perret e Comé sul podio di Aulla






















3° Meeting di Aulla- Memorial Massimo Rosellini sotto un'incessante pioggia. Ormai ci abbiamo fatto l'abitudine e non ci ferma più nessuno. Prima dell'inizio delle gare il giudice arbitro ha convocato tutti i dirigenti delle società per concordare le gare da disputare data la fortissima pioggia. La buona pista e le pedane della Mondo non smaltivano la grande quantità di pioggia. Accordo raggiunto con l'eliminazione di tutte le gare ragazze-ragazzi ed esordienti, senza le chiodate sarebbe stato davvero pericoloso. Grande delusione per Chierici e Imperial.
La manifestazione inizia con i m80 cadette, con il crono elettrico in tilt e successivamente con la pistola dello starter che sente l'umidità e fa cilecca. Inutile dire che nonostante la buona volontà di noi accompagnatori a disposizione dei partenti con tanto di ombrelli, tanto da far sembrare una partenza di formula uno, Valeria Imperial e Sophie Angrilli addosso di asciutto non avevano più niente. Primato personale per tutte due. Salto in lungo con Nat Pellissier, Giuditta Coccu, Mavy Spadotto e André Comé, con quella pedana posso dire che hanno fatto i miracoli. Bella la gara di Jean Paul Perret sui 1000. Gara molto attenta, da subito nelle prime posizioni, per infilare tutti sul rettilineo d'arrivo e vincere con il primato personale. Ancora André Comé nel getto del peso e altra bella gara sui 1000 di Corrado Gallo che ha sempre l'impressione di andare piano, ma che in realtà esagera nel primo giro. I velocisti, tutti da podio! Gabriele Moris, non si accontenta di vincere la sua categoria e questa volta si permette il lusso sugli 80 di battere anche gli assoluti col personale...
Molto bravo Matteo Bonetto nei 150 che sale sul terzo gradino del podio , così come Marco Cristiani sui 300.
Per Fabrizio Ferraro 80 e 300 e per Andrea Mainetti i 150.
Si concludono le gare con la vittoria della nostra staffetta 4x100 maschile e il secondo posto di quella femminile cadette.
Claudia Coslovich e Nicola Vizzoni arrivano al campo molto apprezzati dai giovani atleti presenti che li "torturano" per avere una fotografia ricordo al loro fianco.
Un grazie di cuore a Giacomo Galletto che ci ha generosamente ospitati.
Ecco i risultati dei nostri bravissimi atleti:

m80 cadette
4^ Sophie Angrilli 11"92 p.p.
5^ Valeria Imperial 12"03 p.p.
m80 assoluti
1° Gabriele Moris 9"61 p.p.
4° Matteo Bonetto 9"78 p.p.
7° Fabrizio Ferraro 10"03
m150 assoluto
3° Matteo Boetto 17"7 p.p.
5° Andrea Mainetti 18"1 p.p.
m300
3° Marco Cristiani 37"4 p.p.
8° Fabrizio Ferraro 10"31
peso cadetti
6° André Comé 8,25
peso assoluto
4° Antonino Lo Nano 10,20
m1000 cadetti
1° Jean Paul Perret 3'01"3 p.p.
m1000 assoluto
7° Corrado Gallo 2'51"8
lungo assoluto
5^ Nat Pellissier 4,40
lungo cadette
4^ Mavy Spadotto 4,26
6^ Giuditta Coccu 3,91
lungo cadetti
3° André Comé 4,73
Staffetta assoluta maschile
Mainetti-Vinci-Cristiani-Moris 48"4
Staffetta cadette
Angrilli-Spadotto-Coccu-Imperial 59"6

domenica 26 aprile 2009

Compleanno di Stefano Demichelis
























Andrea Chabod aveva un pò di nostalgia del gruppo dell'atletica, il Politecnico di Torino lo obbliga alla frequenza tutta la settimana, per cui l'allenamento non è possibile. Ha chiamato Demichelis e, presto fatto, ha organizzato una cena a Fenis di impronta medioevale. La data coincideva con il compleanno per cui, ancora più volentieri ci siamo incontrati. Gruppo bene assortito e tanta allegria. Tra sei ore la sveglia per la trasferta ad Aulla con due pullmini di giovani che hanno voglia di confrontarsi e di fare esperienza.

sabato 25 aprile 2009

Lotti è mamma!









A mezzanotte Lotti, in anticipo di una settimana, ha cominciato a scavare affannosamente tra i cuscini del divano. Nel giro di 10 minuti è arrivata la prima cagnolina, ho dovuto tagliare io il cordone ombelicale, e lei si è occupata egregiamente di pulirla, e di scaldarla. Con l'arrivo successivo di un bel maschietto, verso l'una, è stata brava a fare tutto da sola. Tra le due 2 e le 4 altri due maschietti e alle 5 e mezza l'ultima femmina. I primi 4 bianchi con le macchie nere e l'ultima bianca con le macchie nocciola. La nostra preoccupazione era che non avesse spirito materno, ci sbagliavamo alla grande, non li lascia mai e li allatta e li pulisce continuamente. Se si avvicina qualcuno soffia e li protegge avvolgendoli con il suo corpo. E' bravissima e di una dolcezza infinita.