Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

lunedì 28 marzo 2011

Michelino Bellantoni Campione Italiano! Siamo la 2a società d'Italia delle 50 in gara

25 sera, 26 e 27 a Bologna per il Campionato italiano invernale di pentathlon lanci.
Hotel 4**** molto bello e molto americano soprattutto nelle dimensioni. Della serie "si vive una volta sola"...
Gli atleti Calvesi in campo il primo giorno sono, Marisa Finazzi, Marisa Belletti, Umberto Benevania e Lyana Calvesi, sì proprio lei... ahahahahahaha
Mica vado ad accompagnare per stare seduta, già che ci sono faccio anche le gare.
Il secondo giorno Michelangelo Bellantoni, Emanuele Tortorici e la new entry Francesco Cazzato che merita un capitolo a parte.
Marisa F. ha un unico obiettivo, quello di far bene il peso, il resto è praticamente tutto improvvisato e si diverte, lasciando da parte il suo noto spirito agonistico (spero di non averla contagiata). Alla fine le arriva una bella medaglia di bronzo e per me un meritatissimo ultimo posto in classifica.
Marisa B. non è al solito livello e tre nulli col martello le impediscono di agguantare l'oro e le consegnano l'argento. Pare che abbia perso volutamente perchè ha troppe magliette di campione Italiano e sono pure tutte uguali...
Umberto Benevenia è come sempre il nostro super eroe, è strà bravo e chiude come vice-campione italiano preceduto solo dall'imprendibile Bechi.
La sera, inutile dirlo, si conclude con una cena non proprio in zona...
Ci sono 5 Bellantoni, Marisa B., Umberto Benevenia e gli amici non "Calvesi", Francesco Longo e Alessandro D'Alberto.
Domenica mattina con l'ora legale si dorme un'ora di meno, prendo il telefono per avvisare che i numeri di gara li ho già ritirati e mi rendo conto solo in quel momento di essere completamente senza voce e fare il tifo a modo mio diventa molto complicato..
Per accompagnare i lanci dei miei atleti mi resta solo una possibilità, pestare il più rumorosamente possibile i piedi sulla tribunetta di legno e ferro e battere le mani.
Naturalmente mi faccio aiutare dagli altri.
Vicino a noi Luigi Bellantoni si attrezza con webcamera, computer, treppiede, cuffie e, altro che calcio, segue in diretta per atleticanet e G.P.L. tutte le gare.
Dopo tre gare, Michelangelo è stabilmente in testa e c'è una piccola pausa di riflessione, durante la quale comincia a comparire ogni ben di Dio. Come cura urto per la mia gola e le vie respiratorie mi viene fornito un craker ricoperto di una salsina all'apparenza innocua, che una volta ingoiata esplode all'interno, mi si arricciano le tonsille, la lingua, mi saltano due otturazioni e mi torna la voce. MIRACOLOOOO!
Uno stop alle libagioni e al banchetto, per poter concludere il campionato italiano degnamente. Gli atleti sono molti e non bisogna perdere tempo.
L'ultima gara è quella del martellone, ma chi sarà il genio che l'ha inventata? Non esiste in nessuna altra gara, potevano fare il Tetrathlon Lanci senza scomodare la perversa fantasia.
Il Campionato Italiano invernale lanci termina con la vittoria di Michelangelo e due quarti posti , uno per Emanuele Tortorici e uno per Francesco Cazzato.
A questo punto le premiazioni scorrono veloci, il dopo ci aspetta...
In men che non si dica compare un lungo tavolaccio che viene letteralmente ricoperto di qualunque specialità. I più generosi sono Michelangelo e il nostro nuovo iscritto Francesco Cazzato di professione CUOCO!!!!
Tutti sono invitati e praticamente si fiondano sul cibo persone che con il pentathlon lanci c'entrano ben poco, ma che paiono ugualmente soddisfatte. L'unico neo di questa manifestazione un microfono messo a disposizione dal gestore che ha gracchiato per due giorni, ma che non ci ha impedito di sentire che la "Calvesi" era come società sul secondo gradino del podio! Inaspettato!!! La classifica era determinata dai migliori tre risultati ottenuti dalle società, maschi e femmine o solo maschi o solo femmine, non cambiava, contavano i migliori tre risultati.
Ormai il gruppo del Pentathlon lanci è consolidato, è bello stare con loro, Michelangelo ne è il leader incontrastato e nell'aria c'è solo benessere e voglia di stare assieme, in tutti i sensi, proprio in tutti, le ginocchiere, le cinture "contenitive", le cavigliere, i tutori, le creme e gli antidolorifici infatti, si sprecano...
Viene premiato anche il Grand Prix Lanci 2010 e Michelangelo Bellantoni ed Emanuele Tortorici tornano con la medaglia d'oro, Umberto Benevenia con l'argento.

Nessun commento :