Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

sabato 2 giugno 2012

A Ginevra: Jacopo Spanò 11"08, Federico Deligios 2.05, Chiara Sammaritani 12"52









Questa mattina sveglia presto per Eddy (un Santo, dopo aver guidato tutto ieri da Roma ad Aosta), che deve portare al Meeting EAP internazionale di Ginevra, i magnifici quattro: Jacopo Spanò, Federico e Fabiana Deligios, Chiara Sammaritani.
Fabiana Deligios non è nelle condizioni fisiche ideali, ma ha bisogno di riabituarsi a gareggiare ed è brava a correre i 100 ostacoli in 15"22.
E' la volta di Chiara Sammaritani, che corre i 100 senza farsi intimorire da quelle più grandi e realizza la sua miglior prestazione di sempre 12"52 con +0.4 di vento.
Bravissima e determinata, ma quanta rabbia per gli anni buttati via...
L' importante è che continui su questa strada, a confrontarsi con quelle forti e a lavorare sulla tecnica a lungo messa da parte, per assicurarsi i risultati.
Tocca a Jacopo Spanò, anche lui sui 100 con una bella prima parte di gara che conclude in maniera poco fluida a differenza di quanto l'ho visto fare nelle ultime competizioni. Per lui con un poco di vento contro 11"08, che rappresenta il terzo tempo Italiano. Jacopo ci ha abituati e si è abituato troppo bene, per cui se non fa tutte le volte il record sembra quasi una gara normale, niente affatto 11"08 è un tempone per un allievo!
Diventa difficile anche fare i titoli quando sono tutti troppo bravi...
Arriva il turno di Federico Deligios che già era raggiante all'idea di potersi iscrivere al Meeting Internazionale di Ginevra per aver superato i 2 metri. Entra in gara a 1.90, supera alla prima prova i 2 metri e sale a 2.05. Prima prova nulla, seconda pure, ma alla terza riesce a tirar fuori tutto quello che ha per superare la misura. Federico Deligios 2.05!!! Con 2.05 diventa terzo nelle statistiche juniores italiane 2012.  Ma quanto sono bravi oltre che belli i miei atleti?