Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

martedì 18 giugno 2013

Le donne e gli uomini Master bravissimi a vincere la sfida regionale valdostana a Borgaretto!

Mi avessero chiesto sabato mattina un'opinione circa i campionati di società regionali dei master, sicuramente avrei dato la risposta sbagliata. Ammetto la mia negligenza. Negli anni passati mi sono occupata di loro, li ho sollecitati a partecipare, ho cercato di fare squadra, ma quest'anno avvenimenti di altro genere mi hanno portata altrove e i risultati sono frutto unicamente della generosità dei miei meravigliosi atleti. Hanno sacrificato il risultato personale pur di riuscire a completare il programma imposto dal regolamento di 13 gare con una staffetta obbligatoria.
Antonino Lo Nano, dopo aver preparato a dovere martello e giavellotto ha coperto il salto in alto, sfidando la forza di gravità con i suoi "potenti" addominali. Coperto per modo di dire visto che è stato il più applaudito da tutti e che ci ha regalato ben 715 punti con m.1.57...
Naturalmente i miei consigli, salto dopo salto, "Antonino lascia perdere la gara è coperta, fermati" sono andati inascoltati e ha dovuto passare la domenica con le gambe a mollo, nel torrente gelido in piena, per sentire meno i lamenti dei tendini.
Roberto Ziliani ha interrotto un dolce weekend pur di aiutare la staffetta.
Paul Decembrino, non ha festeggiato il compleanno pur di contribuire al nostro inaspettato successo, correndo i 100, i 200 e la 4X100.
Luigi Guidetti, il nostro mitico Mister Master, che privo di allenamento si è immolato nella gara considerata universalmente più dura, quella dei 400m, aggiungendo come ciliegina sulla torta la 4X100.
Roberto Cossetta che si è dedicato all'intera squadra utilizzando la sua tecnica per "raddrizzarci" tutti quanti, e Dio solo sa di quanto ne abbiamo bisogno...
Spalle che hanno ricominciato a funzionare, busto che veniva tolto e messo nella sacca (il mio), grazie davvero al nostro altruista e bravo Roberto.
Franco Cabras ha corso i 1500 bene,  in testa sempre, nella serie dove non ha trovato concorrenza.
Marco Falbo, altra gentile anima, ha rinunciato alla gara preferita dei 200m per improvvisarsi saltatore in lungo ringraziando, forse per non farmi sentire in colpa, per aver scoperto una specialità divertente per lui fino a quel momento sconosciuta...
Umberto Benevenia, che lancia dopo l'intervento subito al ginocchio e alla grande ci regala 1558 punti in due gare, giavellotto e peso.
Michelangelo Bellantoni sacrifica le gara preferita quella del peso e lancia il martello e il disco, in verità molto bene.
Nel triplo Giancarlo Ciceri in cura per un problemino muscolare, vince utilizzando pochissima rincorsa, con l'intento di aiutare la squadra rischiando il meno possibile.
Nei 5000 è stato fondamentale l'apporto donatoci da Alessandro Perego, che ci ha permesso di completare il programma. Renzo Merlo, in gara nella stessa specialità, vittima del caldo a un giro dal termine è stato invitato a ritirarsi dal medico di guardia.
Sicuramente la temperatura per una gara lunga era proibitiva, soprattutto per quelli come noi valdostani non abituati all'umidità e all'afa.
La 4X100 con Ziliani, Guidetti, Falbo e Decembrino, molto utile al punteggio finale.
8279 punti sono stati il risultato finale dei nostri maschi master, un punteggio buono, che ci vede primi in valle d'Aosta, ma difficilmente utile per rientrare nella rosa delle migliori 24 società italiane che prenderanno parte alle finali nazionali di Macerata.

Finazzi, Ziliani, Guidetti, Decembrino, Benevenia, Mismetti, Ciceri, Lo Nano, Calvesi, davanti Falbo, Cossetta, Brazzale, Cabras, Congiu, Dini, Vadalà, Bellantoni

Antonino Lo Nano cerca di "rianimare"il tendine dopo il salto in alto...
La corsa lunga: Renzo Merlo, Roberto Cossetta, Alessandro Perego, Paulina Pallares

Lanci e salti: Umberto Benevenia, Mimma Vadalà, Marisa Finazzi, Michelangelo Bellantoni, Giancarlo Ciceri, Sandra Dini, Antonino Lo Nano

Staffetta 4X100: Marisa Finazzi, Cinzia Mismetti, Paola Congiu, Samdra Dini

Staffetta 4X100: Marco Falbo, Roberto Ziliani, Paul Decembrino, Luigi Guidetti

Le femmine "Calvesi", dopo la fase regionale, hanno più chances dei nostri uomini di entrare nella finale nazionale, staremo a vedere..
Cinzia Mismetti fa sempre il possibile per esserci e anche quest'anno ci ha aiutati con i 100m e la staffettta 4X100.
Roberta Cuneaz riesce a "staccare" dagli impegni familiare solo un giorno e per esigenze di squadra a distanze di 30 minuti, corre i 200m e gli 800m che vince in tutta sicurezza.
Con lei Christophe, il suo splendido bimbo socievole e indipendente che tifava Calvesi!!!
I 400m li ho regalati a Paola Congiu che era la sola in grado di correrli, un'eroina! Ha comunque dimostrato di volermi ancora bene, grazie Paola!
Sabrina Brazzale ha praticamente condotto i 1500m dal primo passo ed è stata superata solo negli ultimi metri da una trentacinquenne...
Paulina Pallares corre i 3000m, invitata giro dopo giro a prendere l'acqua con lo spugnaggio, che rifiuta regolarmente pensando che volessimo farla bere...
Paulina porta a casa il miglior punteggio nella specialità.
Sandra Dini, è ospite di casa Bellantoni dove è risaputo che la festa non manca mai, ma la botta ti grazia gliela da la seconda frazione della 4X100, che corre in maniera splendida appena dopo aver bellamente saltato in lungo.
Il giorno dopo salta in alto e si dispiace di non aver saltato oltre l'1.26, ma porta alla società preziosissimi 1408 punti nelle due specialità, senza contare la staffetta.
Marisa Finazzi per tre punti non centra i 1000 punti nel peso e 1665 in totale includendo  il giavellotto.
Mimmuzza Vadalà supera i 18m con il martello e io riesco a essere utile nel disco (senza esagerare, però...).
Una bella staffetta 4X100 con Finazzi, Dini, Mismetti e Congiu, riproponibile.
Per le donne 7870 punti, sperèm!!!
Michelangelo Bellantoni appena arrivato con un mezzo di fortuna a Borgaretto...


Con Ciceri, una medaglia importante...

Michelangelo soddisfatto per un gavettone splendidamente riuscito

Christophe, la vera mascotte della Calvesi

Christophe Vierin e Silvia Gradizzi.

Nessun commento :