Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

mercoledì 20 novembre 2013

20 novembre 1980, papà Sandro fisicamente se ne andava, solo fisicamente però...





Nel 1980, lo stesso anno in cui papà ci lasciava, usciva questa ninna nanna "Beautiful boy", di dolcezza infinita, che John Lennon dedicava al suo piccolo bimbo.
Io avevo quasi 36 anni ed ero mamma di tre ragazzini di 8, 9 e 10 anni, ero quindi già una donna, ma il 20 novembre 1980 mi sono sentita vulnerabile, senza difese, ancora più bambina dei miei figli. Veniva a mancare colui che mi dava forza che risolveva qualunque problema, colui che mi proteggeva, che mi insegnava la vita. Mi sono sentita smarrita e costretta a crescere di colpo.
Credevo di averlo perso per sempre, ma così non è stato. C'è un filo diretto tra di noi e non mi ha mai abbandonata.
Amo pensare che non si tratti di "Beautiful boy", ma di "Beautiful girl" e che sia mia e sua.

“Close your eyes
Have no fear
The monster’s gone
He’s on the run and your daddy’s here
Beautiful,
Beautiful, beautiful,
Beautiful Boy
Before you go to sleep
Say a little prayer
Every day in every way
It’s getting better and better
Beautiful
Beautiful, beautiful
Beautiful Boy
Out on the ocean sailing away
I can hardly wait
To see you to come of age
But I guess we’ll both
Just have to be patient
Yes it’s a long way to go
But in the meantime
Before you cross the street
Take my hand
Life is just what happens to you
While your busy making other plans
Beautiful,
Beautiful, beautiful,
Beautiful Boy,
Beautiful, beautiful,
Beautiful Boy,
Darling,
Darling,
Darling Sean”.
Traduzione.
“Ragazzo bello (Ragazzo caro)
Chiudi i tuoi occhi
non aver paura
il mostro è fuggito
lui è in fuga è il tuo papino è qui
Bello, bello, bello
ragazzo bello
Prima di andare a dormire
dì una piccola preghiera
ogni giorno in ogni modo
tutto diventa migliore
Bello, bello, bello
ragazzo bello
Navigando sull’oceano
difficilmente posso aspettare
che tu diventi grande
ma immagino che entrambi
dobbiamo essere pazienti
sì, c’è una lunga strada da fare
Ma nel frattempo
prima di attraversare la strada
prendi la mia mano
la vita è proprio quello che ti capita
mentre sei indaffarato a fare altri progetti
Bello, bello, bello
Ragazzo bello
Caro, caro, caro
Ragazzo caro”.

Nessun commento :