Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

martedì 7 gennaio 2014

FORMIA, per non dimenticare...

Fabrizio ha lasciato la nostra traccia a Sperlonga...
io, Martina, Arianna C, Arianna I, Eleonora, Roberta, Alessandro, Jean Marie, Joelle, Matilde, Hélène, Fabrizio, Patrick

Martina, Arianna C, Arianna I, Eleonora, Roberta, Alessandro, Jean Marie, Matilde, Joelle, Hélène, Fabrizio, Patrick

Joelle, Arianna C, Roberta, Hélène, Arianna I, Eleonora, Martina, Matilde

Se qualcuno avesse il dubbio dell'esistenza del Paradiso Terrestre, può andare al centro di preparazione olimpica di Formia per esserne rassicurato... Il Paradiso terrestre c'è.
La settimana di raduno della Calvesi, con la Gara di San Silvestro del 30 dicembre, sono ormai appuntamento fisso del nostro calendario.
Dal 27 dicembre al 2 gennaio full-immersion di atletica, sole, mozzarelle, cultura e gruppo sempre più gruppo.
Il 28 bagno in mare come da copione, corsa sulla spiaggia e Itaca (di tutto e di più...).
Il 29 allenamento in quella meraviglia di struttura coperta su due piani e i saltatori in alto si sono divertiti e ci hanno fatto vedere un bel potenziale.
Il 30 gara di peso sotto la pioggia battente, con un bel 13.20 di Jean Marie Robbin, ma il freddo è un'altra cosa... e gara di salto in alto dove il meglio lo ha dato Federico Deligios sfiorando il 2.01 che sarebbe stato il minimo per gli italiani promesse indoor 2014. Francesco Berguerand che in allenamento va oltre l'1.85, in gara non si supera, ma Erminio Azzaro e Sandra Dini il 31 lo allenano perchè ne riconoscono le grandi qualità.
Il 30 visita al Cisternone, una straordinaria costruzione di 2000 anni fa sita al Castellone di Formia, la seconda cisterna d'Europa dopo quella di Istambul.
Il 31 non poteva mancare la visita a Sperlonga, uno dei posti più affascinanti della nostra splendida penisola, conclusa all'ora del tramonto per renderla ancora più indimenticabile. Ritorno passando da Itri e tomba di Cicerone.
Il 31, allenamento e ultimi preparativi per il cenone ancora una volta di primissima qualità, non per niente Yelena Isimbayeva intervistata alle Olimpiadi di Londra ha salutato l'Italia, ma in particolare Giovanni, il cuoco di Formia...
A mezzanotte i botti e i fuochi d'artificio, come solo in quelle zone sanno fare, hanno accompagnato l'arrivo del nuovo anno.
La tombola napoletana con premi per tutti, ha concluso la serata ufficiale che "naturalmente" è proseguita fino all'alba...
Una cena con sportivi di altissimo livello. C'erano tre medagliati olimpici, Sara Simeoni (1 oro 2 argento olimpici, 2 oro Universiadi, 2 oro giochi del mediterraneo, 5 oro e 2 bronzo europei), Giuseppe Gentile (bronzo olimpiadi), Eddy Ottoz (1 bronzo e 4° posto olimpiadi, 5 oro europei, 2 oro universiadi). Erminio Azzaro ( bronzo europei e argento universiadi), Laurent Ottoz (2 argento e un bronzo ai giochi del mediterraneo, 2 volte sesto agli europei, 2 semifinali olimpiche, 1 semifinale europea), Sergio Liani ( 2 argento giochi del mediterraneo un 4°, 2 sesti e un 8° posto agli europei, 1 bronzo europei e 1 bronzo Universiadi e 2 olimpiadi), Patrick Ottoz (2 volte semifinalista alle universiadi 1 vittoria in nazionale e una partecipazione ai mondiali), Sandra Dini ( 5 campionati europei e un bronzo ai giochi del mediterraneo). Giancarla Spagolla nazionale.  Non metto tutte le volte che hanno vinto i campionati italiani o fatto dei record, altrimenti non ne esco più. I maestri di sport Nicola Candeloro e Tiziano Petracca. Gianfranco Carabelli ex segretario generale della Fidal. Gianni Biondi delegato provinciale del Coni di Latina, Beppe Illuminati, starter internazionale, presidente del Coni di Macerata. Il generale Raffaele Candeloro e per concludere Pietro, pardon, Piero Marchiando presidente regionale del Coni Valle d'Aosta. Trascuro i giovanissimi che hanno già vinto campionati Italiani, ma che devono ancora dare il meglio...
Il primo dell'anno, corsa sulla spiaggia e al pomeriggio visita alla montagna spaccata e alla grotta del Turco di Gaeta.
I più fortunati sono stati Jacopo Spanò che era già al raduno nazionale prima di noi e ha finito con noi e Eleonora Marchiando che quando noi siamo partiti si è fermata al raduno nazionale fino al 5 con Eddy.
Formia ci manca già, e ci mancano gli amici, resisteremo fino a dicembre? Mi chiedo, ma quelli che ci abitano si rendono conto della buona sorte di cui godono?
questo è lo spettacolo che vediamo da Formia...

Nessun commento :