Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

domenica 28 settembre 2014

Eleonora Foudraz e Charlotte Siani campionesse regionali di Prove Multiple!


un gruppo in ammirazione di Arnaud
bellissimo vedere il campo Crestella di Donnas tappezzato di magliette rosse della Calvesi...   
Sabato 27 settembre a Donnas campionati regionali prove multiple, Cadetti/e e Ragazzi/e
Per le cadette Charlotte Siani, per le ragazze Eleonora Foudraz, hanno vinto il titolo regionale in palio. Nel tetrathlon ragazzi Dragi Jashar in testa fino all'ultima prova. ha dovuto accontentarsi della medaglia di bronzo dopo i 600m, dimostrando ancora una volta di essere un bell'atleta. A Luca Radaelli scappa il titolo regionale per una piccola manciata di punti, esattamente di 35 e l'argento è suo. Per le cadette l'argento è andato a Hélène Bringhen. Per i cadetti Michel Comé è a soli 43 punti dal vincitore, bronzo per un ottimo Pietro Perego.

Tetrathlon Ragazze:
1a Eleonora Foudraz 2586
3a Blanca Mancini 2311
6a Sofia Mancini
7a Valentina Tesio
11a Denise Sorbara 1588
12a Chiara Faure Regani 1376
13a Martina Chiodo 1364
15a Martina Gorraz 1286

Tetrathlon Ragazzi:
2° Luca Radaelli 2569
3° Dragi Jashar 2330
4° Arnaud Comé 2304
5° Federico Chiodo 2158
6° Niccolò Beneforti 1972
7° Matteo Marcoz 1794
9° Lois Vierin 1476

Pentathlon Cadette:
1a Charlotte Siani 2903
2a Hélène Bringhen 2795

pentathlon Cadetti
2° Michel Comé 2942
3° Pietro Perego 2942
Ancora una volta vanno i complimenti ai tecnici Maria Barbalace e Veronica Peretti per il gruppo che sono riuscite a costruire. Quest'anno ben 21 dei loro ragazzi passeranno nella categoria cadetti e Maria e Veronica continueranno per continuità e bravura a prepararli anche al cambio di categoria superiore.
Erano in tanti i nostri atleti, nonostante la difficoltà dell'orario scolastico che terminava alle 13.20 e la partenza per Donnas alle 13.30...
La prossima settimana le staffette, poi un meritato riposo, tranne per i cadetti che saranno impegnati a metà ottobre nel criterium, per concludere la stagione con la 7 Torri.
Partenza 60hs ragazze in rosso Blanca,Eleonora e Sofia
Martina, Denise e Valentina

In rosso Luca, Arnaud e Dragi

in rosso Federico, Niccolò e Lois

in rosso Matteo

Charlotte

Hélène

Hélène

Charlotte

Veronica e i suoi esordienti

Maria, giudice, tecnico, segretaria ecc ecc...

Blanca e il peso

esordienti con Veronica

Esordienti


consigli tecnici a Michel
Premiazione ragazze con l'intrusa...

premiazione ragazzi

Staffetta 1a arrivata, declassata perchè mista...

staffetta esordienti A mista...

staffetta vincente tutta rossa esordienti A

Pietro, Giacomo, Matteo

Staffette esordienti

cambio Pacchiodine!

cambio esordienti

sabato 27 settembre 2014

Domani, domenica 28 settembre, tutti in piazza Chanoux con la maglietta Calvesi!

Domani 28 settembre, vi aspettiamo in piazza Chanoux dalle 14.00. Tutti gli atleti Calvesi sono invitati in piazza dalle 14.00 dove troverete il nostro gazebo. Fatevi conoscere anche dal non sportivo che potrebber diventarlo...
Forza ragazzi dai 3 anni ai 90 passate dallo stand rosso calvesi, vi aspettiamo!

mercoledì 24 settembre 2014

15 titoli di campione regionale senza saperlo...


I campioni regionali con Antonino e Patrick
Questa non mi era ancora capitata. Il 20/21 settembre quella che per me era la seconda fase del CDS allieve/i era anche l'assegnazione dei titoli di campione regionale. Pensavo fossero i regionali cadetti e allievi per il piemonte confusa anche dal fatto che i regionali cadetti valdostani erano stati fatti la settimana precedente ad Aosta.
Complimenti allora ai campioni regionali allievi valdostani 2014:
m200: Matilde Melotto
m400: Ottavia Migliazzo
m800: Claudia Cometto
m1500: Caterina Perego
100hs Eleonora Marchiando
400hs: Eleonora Marchiando
alto: Claudia Cometto
lungo: Emma Paillex
peso Arianna Cornero
disco: matilde Melotto
martello: Federica Castronovo
giavellotto: Arianna Cornero
m800: Kristian Cabras
110hs: Jean Marie Robbin
400hs: Jean Marie Robbin, sesta prestazione italiana 2014!


Una squadra fatta in 24 ore per una Finale Nazionale entusiasmante e l'argento di Sandra Dini!

la nostra grande squadra

Finale Nazionale Campionato di Società Master.
Dopo la fase regionale, castigata dalla data che impediva agli insegnanti di esserci vista la concomitanza con gli esami scolastici, e qualche rinuncia per infortunio, siamo uscite al 26° posto della classifica nazionale e visto che le finaliste potevano essere solo 24 i nostri sogni finivano lì, esattamente come quelli dei maschi in 27a posizione.
Restava una speranza nella remota rinuncia di qualche squadra...
15 giorni prima della fase nazionale di Jesolo nessuna buona nuova per noi e via libera a tutti i master per il 20/21 settembre.
Mercoledì 17 vengo contattata dalla federazione, ci sono due rinunce e ci tocca la finale con le femmine, se ce la facciamo...
Chiedo 24 ore di tempo per formare la squadra,  il giovedì comunico che comunque ci saremo.
L'entusiasmo è il motore che sostiene la nostra bella incoscienza e comincia la ricerca dell'albergo, che deve essere quello che voglio io, perchè lo conosco e nessun altro può essere alla sua altezza. Contatto la direzione e dimezzo il prezzo con un'azione di squallido accattonaggio vincente...
4 stelle, cene da grandissimo ristorante, colazione con una scelta da brividi, doccia con cromoterapia, a 800m dallo stadio e sulla spiaggia...
Hotel a posto e l'ultima fatica è quella di mandare le iscrizioni chiedendo alle mie splendide vittime di adattarsi alla gara per riuscire a completare la classifica delle 13 specialità differenti.
Partiamo venerdì alle tre da Aosta col pulmino.
Paola Congiu, Cinzia Mismetti, Giusi Sergi, Marisa Belletti e io, sosta a Ivrea per accogliere Carmela Vergura e via, verso Jesolo.
Lo "squadrone" si completa a Jesolo con l'arrivo di Debora Locatelli e Sandra Dini .
Riunione in una camera per decidere tutte insieme il minor male possibile...
Rigorosamente in ordine alfabetico.
Marisa Belletti: martello e peso
Lyana Calvesi: disco
Paola Congiu: lungo e 4X100
Sandra Dini: alto e disco
Debora Locatelli: 4X100, triplo e giavellotto
Cinzia Mismetti: 100m, 4X100 e giavellotto
Giusi Sergi: 200m, 400m e 4X100
Carmela Vergura: 1500 e 3000
Marisa è la prima atleta ad entrare in campo con il martello. ancora a tribune semivuote, ma scalda subito il nostro entusiasmo migliorandosi a m13.50.
La sua seconda gara sarà quella del getto del peso dove andrà molto vicina al personale con m.5.50. Con Marisa alla squadra arrivano in totale 170 punti.
Lyana Calvesi, con la schiena "leggermente incriccata", m11.50 nel disco (come misura sarebbe stata meglio nel peso...) e 79 punti.
Paola Congiu, la master più amata dagli italiani, salto in lungo con grande tifo persino dello speaker, m3.10 per 77 punti e rinuncia dei 200m perchè il tendine chiede pietà.
Sandra Dini, la vera star del nostro gruppo, con m1.33 nell'alto migliora il personale e porta a casa ben 99 punti e la medaglia d'argento. Mi fa compagnia nel disco e con m15.99 fa 78 punti.
Dèbborah (da leggere con l'acca aspirata in fondo) Locatelli ancora una volta si sacrifica gareggiando nel salto triplo, pagando pegno per essere stata dotata da mamma natura di due lunghe splendide gambe. Riesce a realizzare un ottimo 8.90 e altri 85 punti per la società. Ulteriore sacrificio per Dèbborah che riesce a superare i 20m nel giavellotto, per l'esattezza 20.85 e dona altri 84 punti.
Cinzia Mismetti 100m in 17"56 e 73 punti, seguiti dal giavellotto a m.13.72 e buoni 78 punti.
Giusi Sergi dimostra di avere lo spirito giusto di squadra, mettendosi a disposizione nella gara più dura dell'atletica, i 400m, facilitata, si fa per dire, solo dal grandissimo sostegno di tutte noi e pure di Gerardo Vaiani Lisi, rappresentante della Fidal e dell'Assi Giglio rosso Firenze, super squadra simpatica, vincitrice del campionato. Giusi, Giuseppina sui documenti, ha corso i 400m in 1'32"37 con "l'ordine" di arrivare in fondo e lei ha fatto di più dandoci 67 punti. Il giorno dopo è partita per i 200m, dopo un'attesa troppo lunga nella call room ha sentito una scossa nella gamba, brutto segno, ma è riuscita a controllare la corsa e a tagliare il traguardo in 37"62 per altri 67 punti.
Giusi ci è venuta in soccorso per grande amicizia, perchè senza di lei non avremmo potuto partecipare alla finale ed è stato davvero bello averla con noi e non la lasceremo più.
Carmela Vergura, abituata a correre trail di 100km con pendenze esagerate, cercava di scaldare il motore cominciando a correre di mattina per arrivare "calda" alle gare del pomeriggio dei 1500m e dei 3000m in pista, mai incontrati prima nella sua vita...
Era un vero spettacolo, più correva e più era "fresca", una bella atleta e una bella donna di grande compagnia e di grande generosità. Imparava a correre in pista gareggiando, studiava quella davanti e quando si sentiva tranquilla partiva e la superava, dando tutto il possibile nell'ultimo giro. Per Carmela 6'04"38 nei 1500m e 76 punti e 13'12"91 nei 3000m per 79 punti. E' stato bello chiamare Carmela per la trasferta e sentirla rispondere "sono già iscritta alla Ivrea Mombarone, ma per te questo e altro, a che ora partiamo?" Sempre detto che i master possono essere un grandissimo e positivo esempio per i giovanissimi...
Una staffetta nel conteggio delle tredici gare era obbligatoria e abbiamo scelto la 4X100 che doveva essere portata a termine senza squalifica per evitare di dover correre la 4X400. Ordine di scuderia è stato "Calma con cambi di massima sicurezza e arrivare in fondo" Così è stato, Mismetti, Locatelli, Sergi e Congiu hanno chiuso in 1'06"16 per 80 punti. Bravissime!.
Cosa aggiungere se non che è stata una trasferta magnifica per tutto, per la soddisfazione di aver partecipato ancora alla finale nazionale nonostante le defezioni e le difficoltà, per aver rinsaldato l'amicizia, il piacere di stare insieme e di incontrare tanti amici che ti fanno capire di essere contenti di vederti e di apprezzare la nostra società..
Un grandissimo grazie alle mie magnifiche sette splendide donne, non primedonne, senza protagonismi, solo desiderose di portare a termine una bella avventura. Donne sportive nel vero senso della parola, che anche senza allenamento si sono messe in gioco, che non ci hanno pensato un secondo a buttarsi in mare nel buio della sera, che nella sosta a Fidenza sulla strada del ritorno hanno goduto di gnocchi fritti con spalla cotta e un buon bicchiere di lambrusco, per finire a Montalto Dora dove il mitico sposo di Carmela ci aspettava alle 23.30 col Tiramisù fatto da lui...  Per noi tanta allegria e 23° posto nazionale per 1036 punti.
Un grazie anche alle master che sono state impossibilitate a venire con noi, che avrebbero desiderato esserci e che con la loro partecipazione regionale ci hanno consentito la finale.
Vadalà, Teppex, Cuneaz, Conta, Pallares e alla Finazzi voglio dedicare i nostri risultati sudati e chiederle di non farci più scherzi...
Marisa, Cinzia, Lyana, Carmela, Paola, Giusi
Carmela
Sandra

Marisa
belle e soddisfatte...




martedì 23 settembre 2014

Eleonora Marchiando e Jean Marie Robbin sempre vincenti negli ostacoli!


sotto da sin: Antonino Lo Nano, Kristian Cabras, Hélène Bringhen, Eleonora Marchiando, Emma Paillex, Patrick. In piedi: Jean Marie Robbin, Simone Minellono, Charlotte Siani, Federica Castronovo, Claudia Cometto, Matilde Melotto, Arianna Cornero, Joelle Bringhen, Francesco Antonicelli.


Charlotte Siani

Federica Castronovo
A Torino sabato 20 e domenica 21 settembre, i nostri allievi si sono confrontati con quelli piemontesi nella seconda fase regionale del cds. Eleonora Marchiando con 913 punti grazie al tempo di 1'01"09 nei 400hs, ha ottenuto il punteggio più alto femminile della manifestazione. Jean Marie Robbin vince e distrugge il personale dei 400m ad ostacoli, portandolo da 56"60 a 55"86 in un solo colpo. Con questa prestazione Jean Marie si colloca nella sesta posizione della graduatoria nazionale ed è solo al primo anno di categoria..
Jean Marie vince anche i 110hs in 15"03 ed Eleonora è seconda nei 100hs in 14"40, il suo secondo miglior tempo dell'anno.
Per Claudia Cometto 1.45 di alto e 2'49"36 negli 800m.
Ottavia Migliazzo 1'10"59 sui 400m e 14"99 nei 100m.
Matilde Melotto 30"74 nei 200m e m17.35 nel disco.
Arianna Cornero m7.38 nel getto del peso e m15.62 nel giavellotto.
Emma Paillex m4.11 nel lungo e m14.12 nel giavellotto.
Caterina Perego 5'42"12 nei 1500m
Federica Castronovo personale nel martello con m32.34 e m1.20 nell'alto.
Joelle Bringhen m8.48 di giavellotto e m5.09 nel peso.
Tutti i ragazzi di Marco Bisazza si sono migliorati: negli 800m, Simone Minellono 2'19"34 e Kristian Cabras 2'08"70 e Pietro Perego 2'53"15 nei 1000m.
Francesco Antonicelli supera m 1.65 nell'alto.
Si migliora anche Lorenzo Vercellino nella marcia in 30'17"27
Charlotte Siani, per non farci perdere l'abitudine vince gli 80m ad ostacoli in 12"55 e ottiene il personale nel giavellotto con m24.96.
Martina Mladenic, infortunata nella gara dei regionali sugli ostacoli, per non restare inattiva  getta il peso a m6.88.
Buone gare anche per Hélène Bringhen che corre i m80 in 10"63 e salta in lungo m4.72.
I risultati delle allieve ci hanno fatto migliorare il punteggio della società di 1144 punti, adesso non ci resta che aspettare la classifica generale per sapere se ce l'abbiamo fatta ancora una volta a conquistare la finale nazionale. Comunque vada a finire le ragazze meritano un grande applauso.




lunedì 22 settembre 2014

Carmelo Rado - un supereroe

Micaela Benzi a Vimodrone nella finale del Trofeo Frigerio 2014!



Micaela in azione sulle strade milanesi
Micaela Benzi tra le prime 10 classificate nell'ultima prova del Tofeo Frigerio a Vimodrone Milano. Sempre brava la nostra atleta, ma non si è trovata molto a suo agio sull'anello di 500m da ripetere 10 volte che costringevano a continui cambi. Micaela è arrivata tra le prime 10 in un tempo do 30'29".
Aspettiamo la classifica finale del Trofeo Frigerio 2014 che comprende le classiche 10 prove.

Davide Cheraz grande 4° nella Salomon City Trail Milano!


Arrivo e grande prestazione di Davide Cheraz1

uno dei bellissimi passaggi

Non era una garetta qualunque, erano più di 2000 gli atleti alla Salomon City Trail Milano e il nostro Davide ha tagliato il traguardo con una fantastico 4° posto, 26 Km in 1h49'15"!
Un percorso speciale quello scelto dagli organizzatori della Salomon con passaggio dentro l'ippodromo di san Siro, sali-scendi al Cono del Portello, corso Sempione, ma tra gli alberi, e un arrivo nella sempre affascinante Arena Civica Gianni Brera non in pista, ma sul prato. Percorsi utili a far conoscere una Milano diversa dal solito, forse anche più bella...
Davide 4° assoluto e 1° di categoria promesse, sicuramente un grande anche nelle Maratonine e nelle maratone nonostante la giovanissima età.
ecco la classifica dei primi 10 atleti!!!

René Cuneaz vince la Maddalena Caprera Half Marathon!

Grande accoglienza per René Cuneaz da parte dei sardi, per la sua prestigiosa vittoria della Maddalena Caprera Half Marathon. René ha vinto con fior di distacco in 1h15"20

                                                              carpet rosso per René Cuneaz!
sulla barca verso il paradiso di Budelli

la premiazione


l'arrivo trionfale

verso la vittoria

Catherine Bertone si supera ancora battendo il record di Corinne Favre!!!


 Catherine ha fatto il vuoto!

Mombarone: Wyatt e Bertone da record!

21 settembre 2014 – Cadono i record all’Ivrea – Mombarone. Su tempi e percorsi torneremo, ma applausi e merito intanto vanno tutti ai due protagonisti di giornata, l’azzurra Catherine Bertone (2h26’20″) e il neozelandese Jonathan Wyatt (1h55’17″). Vittoria mai in discussione quella della valdostana dell’Atletica Calvesi, successo invece più sofferto quello del sei volte iridato dell’Atletica Trento. Oltre quattrocento al via, 20 chilometri e 2200 metri di ascesa, giornata tersa e attesa forte per una sfida che già alla vigilia, specie al maschile, si annunciava di grande interesse. Pronti, via ed è subito gara lanciata a ritmi da record. Xavier Chevrier davanti e già dopo poche centinaia di metri con lui rimane solo Jonathan Wyatt: la sfida più attesa subito servita. Dietro si forma altra coppia, con il vincitore delle due ultime edizioni Marco Moletto a viaggiare con Nicola Golinelli.
Chevrier e Wyatt, il copione della prima ora di gara
Chevrier e Wyatt, il copione della prima ora di gara
Prima ora di gara con lo stesso copione: i due ad inseguire sempre insieme, mentre là davanti è soprattutto un determinatissimo Xavier a dettare il ritmo, ora affiancato da Jonathan, ora con qualche metro di vantaggio. A San Giacomo di Andrate il duo di testa viaggia con deciso margine rispetto al precedente primato di Jean Pellissier, anche se in ogni caso difficile diventa quantificare il peso del cambiamento di tracciato effettuato nelle ultime edizioni nella sua parte finale. Al traguardo, in ogni caso, il duo di testa chiuderà l’ormai annosa querelle, mentre è poco dopo San Giacomo che Wyatt sferra l’attacco vincente. Negli ultimi 40′ di gara la situazione non cambia, con il valdostano delle Valli Bergamasche a tenere comunque botta e rifarsi un poco sotto nei tratti più duri, chiudendo poi in un qui mai corso 1h56’34″ a 1’18″ dall’asso neozelandese. Dietro intanto Nicola Golinelli (Ger Rancio) guadagna spazio su Marco Moletto (Pod. Valvermenagna), prendendosi piccola rivincita rispetto allo sfortunato errore di percorso della scorsa stagione. Anche per loro il cronometro si ferma su grandi prestazioni: 1h58’26″ per il lombardo, 2h01’03″ per il cuneese, mentre a distanza Juan Orozco Sanchez (2h10’24″) va a prendersi la quinta posizione, davanti ad Erik Benedetto (Atl. Monterosa/2h16’37″), Luca Gronchi (Giò 22 Rivera/2h17’17″), Silvio Balzaretti (2h17’58″), Loris Giorda (Giò 22 /2h21’35″) e Henri Grosjacques (Atl. Monterosa/ 2h22’12″).
Wyatt e Chevrier in zona arrivo
Wyatt e Chevrier in zona arrivo
Cavalcata solitaria invece al femminile, laddove Catherine Bertone saluta tutte sin dal via. Il primo tratto di gara, più veloce, è a lei congeniale, ma anche nel duro finale l’azzurra della Calvesi continua a guadagnare spazio su chi la insegue. La lotta diventa allora con il cronometro e pur con le premesse di cui sopra anche negli annali il suo 2h26’20″ va a migliorare di 2″ il precedente best time di Corinne Favre: mai nessuna donna, insomma, aveva corso così forte da Ivrea sino in cima al Mombarone!
Alla sue spalle, la vincitrice della scorsa stagione Katarzyna Kuzminska (Atl. Canavesana) chiude questa volta seconda in 2h34’18″, precedendo sul podio una protagonista abituale su questi sentieri, Marcella Belletti (Orsi Outdoor/2h35’20″). Quarta la specialista delle ultra Francesca Canepa (Calvesi) in 2h38’07″, con Barbara Cravello (Orsi Biella) quinta in 2h38’24″.

Questo è l'articolo comparso sulla "Corsa in montagna"

Oltre a Catherine e Francesca, in gara per la Calvesi anche Paola Marciandi, prima della sua categoria. 
da sinistra Xavier Chevrier 2°arrivato con un tempo migliore de vecchio record, Catherine Bertone 1a e record tolto dopo tanti anni al fenomeno francese della corsa in montagna Corinne Favre, con le sue bimbe, Confortola e il marito vincitore col nuovo record della gara, Jonathan Wiatt
la premiazione femminile!




venerdì 19 settembre 2014

Appuntamento per i Campionati di società allievi

Queste sono le informazioni per le trasferte del weekend. In caso di problemi avvertite.

Sabato

Appuntamento e partenza dal palaindoor alle ore 11.15
  • Eddy Ottoz
  • Michela Bringhen e consorte
  • Patrick Ottoz
  • Piero Marchiando
  • Arianna Cornero
  • Caterina Perego
  • Claudia Cometto
  • Eleonora Marchiando
  • Hélène Bringhen
  • Joelle Bringhen
  • Martina Marchiando
  • Martina Mladenic
  • Ottavia Migliazzo
  • Pietro Perego

Domenica

 Appuntamento e partenza dal palaindoor alle ore 11.00
  • Eddy Ottoz
  • Patrick Ottoz
  • Piero Marchiando
  • Arianna Cornero
  • Charlotte Siani
  • Claudia Cometto
  • Eleonora Marchiando
  • Emma Paillex
  • Federica Castronovo
  • Francesco Antonicelli
  • Hélène Bringhen
  • Joelle Bringhen
  • Kristian Cabras
  • Martina Marchiando
  • Martina Mladenic
  • Matilde Melotto
  • Piero Marchiando
  • Simone Minellono

Ore 14.30 pertenza per Jesolo

Alle ore 14.30 di venerdì 19 settembre, partenza dal parcheggio Ottoz/Montura/Dico, vicino all'aeroporto di Saint Christophe per la finale nazionale del Campionato di Società master femminile.

giovedì 18 settembre 2014

Henri Aymonod, argento mondiale a squadre ai Mondiali di corsa in montagna!!!

Che bella avventura è stata quella che ha vissuto il nostro Henri Aymonod e che ha fatto vivere anche a noi...
Mondiali di corsa in montagna a Casette, un piccolo paesino ai piedi delle magnifiche Alpi Apuane dalle quali si estrae il marmo bianco famoso da 2000 anni in tutto il mondo.
L'idea di organizzare i mondiali nelle cave di marmo è stata grandiosa e le edizioni che seguiranno faranno veramente fatica a trovare qualcosa di minimamente paragonabile, a meno che non si vada nel Grand Canyon..

Partenza il sabato per fare una sorpresa a Henri con mamma, papà, e i fratelli gemelli André e Louis. Arrivo a Forte dei Marmi con largo anticipo, grazie alla guida "veloce" di papà Edy, per poter godere della cerimonia d'apertura nella magnifica piazza degli aranci di Massa.

le squadre juniores maschile e femminile

la squadra juniores maschile

2 valdostani DOC: Xavier Chevrier (bronzo a squadre) Henri Aymonod (argento a squadre)

la squadra juniores
 Bella atmosfera e Henri, ormai ben inserito nella squadra azzurra, con la divisa della nazionale ci ha emozionati non poco. 40 bandiere dei 40 paesi partecipanti, rendono ancora più bella la piazza. La cerimonia si conclude e Laurent, uno dei responsabili dell'organizzazione, si occupa di far rientrare negli alberghi gli atleti per il meritato riposo pre gara.
la cerimonia d'apertura

apertura
Aggiungi didascalia

Noi ci perdiamo per Massa, alla ricerca del ristorante di via Beatrice senza successo, ci avviciniamo a Forte dei Marmi e al quarto tentativo riusciamo a mangiare.
Un bel sonno riparatore ci rimette in pista alle 7 del mattino col preciso scopo di riuscire a raggiungere il punto migliore alle cave per godere il più possibile della gara.
Con la macchina arriviamo molto in alto, poi proseguiamo a piedi in uno scenario che mozza il fiato, non per la fatica, ma perchè lo spettacolo è fuori dal comune.
Saliamo sempre di più e praticamente arriviamo in cima al monte, proprio dove gli atleti tagliano il traguardo.
dalla zona podio...
Inizia la prima gara con le ragazze juniores, seguita da quella dei maschi Juniores. Henri, alla sua prima esperienza in nazionale è bravissimo, conclude al 24° posto ed è medaglia d'argento a squadre!!!
Durissima questa prova, la corsa in montagna è veramente tosta. In certi tratti non riescono a correre, per andare avanti la pendenza è tale da dover far forza sulle ginocchia con le mani per proseguire...
E' straordinario il tifo in queste gare, quasi da stadio calcistico.
Henri con il vincitore della gara

la squadra d'argento

Henri con una ammiratrice
Louis, Xavier, André eio
quanta fatica...
Henri in azione




Laurent ed io
Premiazione con l'argento per la squadra di Henri
Per Louis e André relax sulla spiaggia di Forte dei Marmi



Tutto è andato bene fino a quando è arrivato il momento di scendere. Saremmo ancora la adesso se Louis non avesse avuto la prontezza di spirito di chiedere a un signore che scendeva con un pikup ormai carico, se potevamo salire nel cassone esterno. Avuta la risposta affermativa ci siamo fiondati tutti 5, alla velocità della luce e ridendo di gusto siamo scesi a valle...


la discesa nel cassone...
E' un bellissimo mondo quello della corsa in montagna, mi affascina sempre di più e credo ormai di essermene innamorata...
Grazie di tutto alla splendida famiglia Aymonod.
Aggiungi didascalia
Le fotografie sono in parte mie, in parte di Louis, in parte Colombo per la Fidal
Gozzellino responsabile montagna
il "disfate le righe"...


                                                                      André con me