Contatti

clicca qui per scrivermi una e-mail

clicca qui per tesserarti presso di noi
ASD Atletica Sandro Calvesi
c/o Campo Tesolin e Palaindoor
Corso Lancieri di Aosta 41/A
11100 Aosta
+39-393-926-6592
e-mail presidente@calvesi.it

mercoledì 20 luglio 2011

Da Queenatletica, ancora di Mister Cip...


12/07/2011 - Categoria: Mondo Master

Sacramento, mondiali master: SuperBaggiolini: 2 ori in un giorno

3 ori in una giornata - Cipriani vince i 400hs - Baggiolini 400hs e 800

Clamorosa mattinata ricca di medaglia, la quarta a Sacramento. Il filone aurifero è stato scoperto nei 400hs, dove sono arrivate la bellezza di 4 medaglie, di cui due ori e due bronzi. Poi nel pomeriggio arriva anche il quinto "medaglione" della spedizione negli 800 W35, per quella che rimarrà un'impresa tra i master. Ma andiamo con ordine e raccontiamo la storia della giornata, cui più tardi arriverà la

Oro quanto meno inaspettato da parte di Alessandro Cipriani (almeno da parte mia), visto che in tutta la stagione non aveva ottenuto tempi memorabile. Ma quel che conta è andar forte al momento giusto, nel posto giusto. E lui ha scelto per farlo la finale dei 400hs M55, dove con 1'03"94, ha battuto l'americano George Haywood nettamente (1'05"13), sfiorando nella circostanza il record italiano di Sandro Urli che risale al 2003 (1'03"65). Proprio ad Urli appartiene anche l'unica vittoria tra gli M55 sui 400hs ad un mondiale: quello di Portorico nel 2003. Considerando tutte le manifestazioni internazionali master, è invece la terza medaglia nel binomio M55/400hs: Claudio Rapaccioni l'anno scorso giunse secondo agli Europei di Nyiregyhaza. Per Alessandro Cipriani è la prima medaglia individuale nella propria carriera da master, tutto questo raggiunto nella sua 6^ finale: prima di Sacramento le migliori prestazioni erano state tre quinti posti tra due mondiali (Lahti '09 e Riccione '07), e un europeo (Poznam '06).
Straordinaria fotografia di Ciprignac sul nono ostacolo, nella finale che gli ha valso il titolo mondiale, scattata da Tom Phillips
Da notare la grinta e la netta superiorità del nostro atleta sugli altri finalisti. Bella davvero bella, merita un posto importante sull'annuario 2011!

Nessun commento :