Contatti

ASD Atletica Sandro Calvesi, c/o Campo Tesolin e Palaindoor, Corso Lancieri di Aosta 41/A, 11100 Aosta (AO), +39-393-926-6592
clicca qui per usare il tuo programma di e-mail per scrivermi su presidente@calvesi.it
oppure
clicca qui per scrivermi una e-mail a presidente@calvesi.it

martedì 13 ottobre 2020

14 medaglie agli Italiani per i calvesini master, 7 oro, 5 argento, 3 bronzo! Lungo, triplo, alto, d'oro per Chiara Ansaldi...!

 

                       Alvaro Miorelli, Paola Rosati, Marisa inazzi, Chiara Ansaldi, Lyana Calvesi

La paura del Covid, qualche acciacco, qualche impegno inderogabile non hanno permesso ai calvesini di andare al completo a Modena per i campionati italiani master, ma il bottino delle medaglie è stato davvero consistente. Le new entry si sono fatte valere da subito. 

 

                                                                        Chiara Ansaldi

Chiara Ansaldi SF50, ha vinto tre titoli di campionessa italiana, tutti nei salti, alto, lungo e triplo con risultati stupefacienti che sarebbero di grande aiuto anche per i cds assoluti. Alto m1,50, lungo m4,67, triplo m10,30. Fisicamente perfetta, non un grammo di più del dovuto, qualità incredibili e una "capoccia" da vera agonista che non si fa intimorire da forti coetanee che la sovrastano di 20cm in più di altezza... Il 25 luglio a Sanremo con la maglia calvesi aveva stabilito la miglior prestazione Italiana nell'alto con la misura di m1,55.

 

                                                                       Riccardo Costelli

Riccardo Costelli SM40 allenato da coach Chiara Ansaldi, alla terza gara della sua carriera conquista la medaglia d'argento nei 400m in 55"08 partendo in ottava corsia, senza riferimenti e migliorando alla grande il primato personale di 55"99. Nei 200m quinto posto in 25"03. Sicuramente gli si presenta un grande futuro...

 

                                                          Paola Rosati e Chiara Ansaldi

Paola Rosati SF55 allenata da coach Chiara Ansaldi si infortuna, ma non molla... Perde i titoli, ma le medaglie d'argento non le sfuggono. Riesce comunque a spedire il martello al primo lancio a m38,32 infortunandosi, poi riprova col terzo ma deve abbandonare e accontentarsi di guardare la gara. Riprova poi il martellone e la beffa è grande 12,02m per lei e 12,03m per la vincitrice. Per tutti noi resta la coraggiosa e diciamolo, anche un pò incosciente, vincitrice morale della gara. A lei va anche il premio della simpatia.

                                                                  Zia Lucia Minessi
 

Lucia Minessi SF60 zia di Paola Rosati, ma per tutti zia Lucia, agguanta con bravura la medaglia d'argento nel martello con m20,84 e il 5° posto nel martellone con m7,58. E' una novizia dell'atletica, ma migliora sempre di più e manifesta tutto il suo entusiasmo.

 

                                                                     Luciano Proietti

Luciano Proietti SM70 è approdato quest'anno alla Calvesi grazie a coach Ansaldi, era alla seconda gara della sua giovane vita atletica e si è cimentato nel salto in lungo m3,36 al 4°posto, nell'alto m1,18 al 5° e 5° posto anche nei 100m in 16"30. Sono sicura che potrà prendersi e regalarci delle belle soddisfazioni.

Esaurite le new entry passo ai nostri consolidati campioni che anche quest'anno non si sono smentiti e hanno fatto bella la società

 

                                                                         Sandra Dini

Sandra Dini SF60, detentrice della miglior prestazione Italiana realizzata il 26 maggio 2018 a Gavardo m1,34, conquista l'oro nell'alto con una gara da manuale che giustamente la e ci soddisfa pienamente con m1,26. Sandra ha giocato in casa visto che l'infanzia e la giovinezza le ha vissute proprio in Arezzo. Per lei era la prima gara del 2020, l'esordio doveva avvenire ai campionati italiani indoor di ancona ai primi di marzo, poi il Covid ci ha messo lo zampino...

 

                                                                      Marisa Finazzi

Marisa Finazzi SF75, detiene la miglior prestazione italiana del getto del peso m9,40 indoor e m9,18 outdoor, più di una ha cercato di scalzarla, ma la sua zampata lascia sempre il segno e non c'è trippa per gatti... Prima gara anche per Marisa nel 2020, abitando a Romano di Lombardia uno dei posti più massacrati dal Covid, per la prima volta ha trovato il coraggio di affrontare un campo affollato. Allenamento zero, ma la grinta e la bravura le hanno permesso di vincere l'oro e il titolo di campionessa italiana nel peso con m8,11 al primo lancio, un argento nel giavellotto con m15,16 e un 4° posto nel disco con m14,63 all'ultimo lancio.

 

                                                                    Emanuele Tortorici

Emanuele Tortorici SM50, un cubetto di potenza esplosiva che migliora sempre di più, cerca sempre di imparare e di mettere a frutto gli insegnamenti preziosi della sua allenatrice Claudia Tavelli e non delude mai. E' il "fratellone" per antonomasia di Antonino Lo Nano, la sfida è sempre aperta, iniziata alle scuole superiori con il mezzofondo è sfociata nei lanci per un aumento della "massa muscolare"... Il prossimo invito provocatorio a misurarsi nel lanciare è previsto il 25 ottobre ad Aosta con il campionato regionale del pentathlon lanci.  Oro nel martello con m41,72, bronzo nel martellone con m14,30, getto del peso 4° con m11,87.

 

                                               Alvaro Miorelli con zia Lucia e Paola Rosati

Alvaro Miorelli SM65, l'atleta più desiderato e irraggiungibile dalle atlete master, quest'anno ha portato a casa il titolo di campione italiano del Grand Prix di pentathlon lanci che gli è stato assegnato a Lecce, e un piccolo record lo ha ottenuto anche a Arezzo con tre medaglie di legno... C'è da dire che è una categoria la sua, affollata da molti super eroi. m9,98 nel peso, m29,89 nel martello, m35,04 nel disco. 

 

                                                           Ciccio Rastelli e Sandra Dini

Ciccio Rastelli (sulla carta d'identità Giovanni) SM65, ha vinto una magnifica medaglia d'oro ed è nuovamente il campione Italiano con m46,81 nel lancio del disco. una serie di lanci oltre i 46m, veramente un atleta con la A maiuscola. Sembra finire le gare non pienamente soddisfatto, è sicuro di poter fare ancora meglio, ma per tutti noi mortali lui è veramente un grande.

 

                                               io sul podio con la super premiata Marisa Finazzi

Lyana Calvesi SF75, medaglia di bronzo nel giavellotto m9,22, ma eravamo solo in tre, fossimo state quattro sarei stata quarta e fossimo state cinque quinta... il disco me lo sono perso per un ritardo di circa un'ora del treno che mi portava da Roma ad Arezzo, medaglia di legno nel peso m5,04. Quanto ho pensato mentre lanciavo a mamma Gabre che mi stava guardando da lassù che si stava rotolando sicuramente dal ridere a vedermi lanciare, cosa che succedeva regolarmente quando gareggiavamo insieme e lei 95enne lanciava più di me 65enne... Quanto ci divertivamo e spero di continuare a regalarle dei momenti di allegria




Nessun commento :